17 mar 2012

News: Test sugli animali e rossetti contenti piombo - AVON risponde

Care Vanity Community,
poco tempo fa sono emerse sul web delle notizie che a tutte noi makeup-addicted hanno fatto tremare le gambe e che tramite il potere del tam-tam telematico è rimbalzata ovunque.

Parliamo della spinosa situazione dei "test sugli animali" e la presenza di piombo nei rossetti da parte di alcune aziende cosmetiche note.

Per coloro che non hanno letto le notizie, per chiarezza e completezza di informazioni riporto di seguito i link di riferimento con le due notizie:

Titolo e fonte per notizia:


1) Cosmetici non testati sugli animali? la Peta punta il dito contro Avon, Mary Kay e Estee Lauder 

2) Rossetti contenenti piombo.
Inserisco sia l' articolo italiano che ne parla sia quello in inglese con la tabella riportanti codice colore dei rossetti (tra questi alcuni Avon).
(la tabella inglese è in regressivo ovvero ai primi posti abbiamo quelli con maggiore concentrazione di piombo ed alla fine quelli con concentrazione minore).

Avendo come sapete collaborato con l' azienda cosmetica Avon, alla lettura della notizia mi sono immediatamente attivata scrivendo all 'azienda stessa chiedendo di far luce sulla situazione. Sono rimasta soddisfatta perché devo dire a differenza di altre aziende di cui attendo ancora riscontro loro mi hanno trasmesso un comunicato stampa che vi incollerò di seguito. 
Premetto che non amo le polemiche però sono convinta che tutte noi consumatrici nel bene o nel male dobbiamo essere consapevoli fino in fondo di cosa utilizziamo e ritengo sia doveroso da parte di ogni azienda fare delle etichette esaustive al riguardo e comprensibili. Fatta questa premessa personale, ecco cosa mi è stato risposto.

"Per quanto riguarda la questione sui test sugli animali trovi la risposta ufficiale dell’azienda sul sito di Avon nella sezione "La qualità dei prodotti Avon" che puoi facilmente condividere con i tuoi follower postandolo sul tuo blog. 

(eccovi la pagina indicata)

AVON ha sempre rivolto grande attenzione al rispetto per l'ambiente. Fin dal 1987, l'azienda ha provveduto a sostituire i clorofluorocarburi (CFC) con propellenti alternativi e a eliminare dai prodotti spray i gas propellenti, sostituendoli con le pompette naturali. Inoltre, tutti i contenitori in Polivinilcloruro (PVC) sono stati sostituiti da quelli in Polietilene (PET), riciclabili senza conseguenze negative per l'ambiente.

Tutti gli stabilimenti AVON sono tecnologicamente molto avanzati dal punto di vista informatico, della meccanizzazione robotica e forniti di macchinari che garantiscono la massima sicurezza e qualità dei prodotti.

Tutte le formulazioni vengono sviluppate nei laboratori della Casa Madre statunitense, dove ricercatori e dermatologi sono affiancati dagli studiosi della John Hopkins University, ateneo specializzato nelle ricerche alternative sui prodotti cosmetici. L'impegno AVON è di continuare a interpretare un ruolo leader nell'innovazione tecnologica.

Avon Cosmetics si impegna a vendere soltanto prodotti sicuri utilizzando solo ingredienti non nocivi e conformandosi alle normative vigenti nei paesi in cui i prodotti Avon sono venduti. Fra gli impegni a cui ci dedichiamo è da tempo annoverato un profondo rispetto verso gli animali e il loro benessere.

Avon non testa nessuno dei suoi prodotti o delle materie prime sugli animali e non chiede a nessun fornitore di materie prime o prodotti finiti di farlo per suo conto, eccetto nei casi in cui è richiesto per legge. Avon dimostra la sicurezza dei propri prodotti senza nessun esperimento sugli animali e il programma di sicurezza dell’Azienda a livello mondiale si basa interamente sul principio fondamentale dell’opposizione a inutili test sugli animali e sul rispetto al loro benessere. Nel 1989, Avon è stata la prima multinazionale produttrice di cosmetici a istituire una normativa contro la sperimentazione sugli animali. Avon ha rapporti commerciali con oltre 100 paesi: una piccola parte di questi, i cui governi non hanno ancora accettato l’utilizzo di metodi alternativi scientificamente validi per la valutazione della sicurezza, ha leggi che richiedono espressamente la sperimentazione sugli animali. L’Azienda non vuole certo infrangere la legge, ma in ogni caso, prima di conformarsi ad essa, compie un grandissimo sforzo per persuadere le autorità preposte ad accettare risultati provenienti da test non condotti sugli animali.

L’opposizione alla sperimentazione sugli animali e il rispetto nei loro confronti sono pietre miliari del programma Avon di sicurezza del prodotto da più di vent’anni e la nostra Azienda continua a operare attivamente a livello globale per trovare alternative innovative a questo tipo di sperimentazione.

Il nostro scopo è di informare i Clienti in modo aperto e trasparente; per perseguire tale obiettivo, l’informativa sul benessere degli animali presente sul nostro sito internazionale è fra le più trasparenti e chiare dell’Azienda. Il nostro comunicato al riguardo è pubblico e disponibile già da diversi anni.
Per maggiori informazioni, si consiglia di visitare il sito: www.avoncompany.com

Per la questione dei rossetti contenenti piombo eccovi lo statement ufficiale divulgato da Avon

(eccovi il comunicato)

Avon è orgogliosa dei suoi 125 anni improntati sulla sicurezza e sulla qualità.
Tutti i prodotti Avon, rossetti inclusi, sono sicuri e formulati con ingredienti che soddisfano o
addirittura superano tutti gli standard di qualità dei cosmetici, compresi quelli della US Food &
Drug Administration (FDA) e quelli di tutti gli organi direttivi negli oltre 100 Paesi in cui Avon
opera.

Recentemente è circolata la notizia, sulla base di uno studio svolto nel 2007 dal gruppo
"Campaign for Safe Cosmetics" US (CSC), circa la presenza di Piombo nei rossetti.
Nel 2007 la CSC ha effettuato test circa la presenza di Piombo su venti rossetti. Nella maggior
parte dei casi non sono state trovate tracce evidenti di Piombo mentre in altri, i livelli registrati
sono inferiori al limite giornaliero stabilito dall’Organizzazione Mondiale per la sanità per il cibo.
Tuttavia la CSC ha rilasciato dichiarazioni allarmistiche che contestano la sicurezza dei rossetti.
Dopo la relazione della CSC del 2007, queste preoccupazioni sono state smentite direttamente
dalla US FDA per ben due volte e la sicurezza dei rossetti è stata riconfermata attraverso
ulteriori test.

In risposta alle rivendicazioni della CSC, la FDA ha voluto testare gli stessi rossetti e li ha trovati
assolutamente sicuri. Questi risultati sono stati pubblicati nel numero di luglio/agosto 2009 del
“Journal of Cosmetic Science”.
Clicchi sul link sottostante per maggiori dettagli:
http://www.fda.gov/Cosmetics/ProductandIngredientSafety/ProductInformation/ucm137224.htm

La Fda ha voluto fugare qualsiasi dubbio ripetendo i test e nel dicembre 2011 ha pubblicato un
ulteriore relazione dove dichiara:” In risposta alle richieste circa i rapporti sulla contaminazione
da Piombo nei rossetti, abbiamo messo a punto e convalidato un modo per misurare la
concentrazione di Piombo nei rossetti oggi sul mercato e non abbiamo trovato quantitativi di
Piombo che potrebbero porre dei dubbi sulla sicurezza".
Clicchi sul link sottostante per maggiori dettagli
http://www.fda.gov/Cosmetics/ProductandIngredientSafety/ProductInformation/ucm137224.h
tm#q10

Nei prodotti cosmetici come i rossetti, Avon utilizza solo colori approvati dalla FDA e dagli
Organi di Governo che assicurano i consumatori sull’utilizzo di ingredienti che rispettano tutti
gli standard e le norme in vigore. Avon esamina costantemente le materie prime che utilizza ed
applica gli stessi standard di qualità e sicurezza in tutto il mondo.

L'Unione Europea, e quindi anche l'Italia vieta, attraverso la Direttiva Cosmetici, l'utilizzo di
Piombo quale ingrediente nei rossetti e in tutti i prodotti cosmetici. L'uso degli ingredienti
presenti nei cosmetici è regolato da rigide norme sia nazionali che comunitarie (in particolare
dalla Direttiva Cosmetici 76/768/CEE e successive modifiche) e i prodotti cosmetici sono
soggetti ad analisi scientifiche e stretti controlli di sicurezza prima della loro immissione sul
mercato.

Il Piombo non è intenzionalmente inserito nei prodotti cosmetici ma è un elemento naturale
che si trova nell’aria, nell’acqua e nel terreno. Per questo motivo se ne possono trovare tracce
estremamente basse nelle materie prime utilizzate per la produzione di prodotti cosmetici.
La quantità media di Piombo alla quale una donna potrebbe essere esposta usando cosmetici,
come ad esempio i rossetti, è centinaia di volte inferiore rispetto alla quantità con cui viene in
contatto mangiando, respirando e bevendo acqua.

I consumatori possono essere certi che ogni prodotto cosmetico o per la cura personale, che
porta il nome di Avon, è stato sottoposto a valutazione approfondita sulla sicurezza e può
essere utilizzato con la massima fiducia. "

Spero in questo modo di aver fatto un po' di chiarezza in un mondo ancora a mio avviso abbastanza ingarbugliato in quanto la legge consente determinate cose ed parer mio dovrebbero essere modificate le leggi a favore della tutela della nostra salute prima di additare come unico colpevole il produttore.

Dato che da questo punto di vista la legge forse ha ancora delle lacune dobbiamo esser noi a saperci tutelare  sia nel mondo della cosmesi che: alimentare, farmaceutico e quant' altro ancora.

Un bacione dalla Vostra Gold ^_^







13 commenti:

  1. grazie mille per questo post un pò di luce ci voleva sono argomenti molto importanti è utilissimo informasi e tu mi hai aiutato molto ^-^ sei brava !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole mi colmano di gioia tesoro, grazie di cuore... sapere di essere utile mi fa sentir bene...GRAZIE A TE!!

      Elimina
  2. Brava, è sempre meglio informarsi prima di tutto, purtroppo ormai non lo fa più nessuno! Grazie anche perché il tuo articolo mi è stato utile l'ho condiviso sulla mia pagina fb!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì..davvero?Se ti fa piacere mettimi sotto il link della condivisione così che possa ringraziarti anche su Facebook! Grazie immensamente Eleonora sono felice quando posso rendermi, nel mio piccolo, utile ^_^

      Elimina
    2. Prego figurati :) comunque ecco il link https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=136728649820140&id=191826027522636

      Elimina
    3. Ho visto sei stata gentilissima...ti ho risposto anche sulla pagina facebook...grazie mille di cuore per aver condiviso con chi ti segue questo post ^_^
      Un bacione, spero di rileggiarti presto!

      Elimina
    4. ops...ovviamente RileggErti presto ;-)

      Elimina
  3. Questo articolo è proprio quello che cercavo! Sono una presentatrice Avon e molte mie clienti si sono allarmate riguardo soprattutto alla presenza di piombo nei rossetti, ma penso che adesso potranno tranquillizzarsi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enza,
      sono felicissima di esserti stata utile.. un bacione e spero di rileggerti presto ;-)

      Elimina
  4. "Il Piombo non è intenzionalmente inserito nei prodotti cosmetici... La quantità media di Piombo alla quale una donna potrebbe essere esposta usando cosmetici,
    come ad esempio i rossetti, è centinaia di volte inferiore rispetto alla quantità con cui viene in contatto mangiando, respirando e bevendo acqua."
    Fanno ridere queste dichiarazioni...proprio per questo il piombo fa male perchè assumiamo piccole quantità da ogni cosa fino ad arrivare ad un accumulo di piombo che porta a tumori o altre malattie...

    RispondiElimina
  5. "Il Piombo non è intenzionalmente inserito nei prodotti cosmetici... La quantità media di Piombo alla quale una donna potrebbe essere esposta usando cosmetici,
    come ad esempio i rossetti, è centinaia di volte inferiore rispetto alla quantità con cui viene in contatto mangiando, respirando e bevendo acqua."
    Fanno ridere queste dichiarazioni...proprio per questo il piombo fa male perchè assumiamo piccole quantità da ogni cosa fino ad arrivare ad un accumulo di piombo che porta a tumori o altre malattie...

    RispondiElimina
  6. Piccole quantità di piombo in ogni cosa portano ad una grande quantità accumulata nel corpo che a sua volta porta tumori e altre malattie... Il piombo ''non intenzionalmente'' presente dipende dalla qualità delle materie prime quindi fa ridere questa risposta data!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rispetto il tuo pensiero e concordo quando evidenzi la parte "non intenzionalmente" Sandro sebbene come ben sai il piombo, "non intenzionalmente" è contenuto anche nel cibo come frutta, verdura, carne, grano, frutti di mare, bibite, vino, fumo di sigaretta...
      a tal proposito nel mio piccolo consiglio di leggere quest' articolo --> http://www.lenntech.it/periodica/elementi/pb.htm dove chiarisce come ogni giorno il nostro corpo assorbe piombo e gli effetti che scatena.... Quindi, seppur non di poco conto non è del tutto responsabile il rossetto che si usa ma, soprattutto è colpa nostra che abbiamo inquinato e fatto ammalare il nostro pianeta.

      Elimina

ATTENZIONE: ho notato che molti commenti sono pretesti per pubblicare i propri link e fare Spam. Mi spiace che la mia disponibilità sia stata raggirata e per tanto ho deciso che i commenti pubblicati saranno solo inerenti al post e privi di pubblicità. Sono sempre passata da ogni blog segnalato e non meritavo un simile trattamento.
Detto questo dimmi cosa ne pensi relativamente a questo post, la tua opinione per me è importante ^_^

Le vanità più lette