13 gen 2012

News: KIKO - Formaldeide contenuta negli smalti?



Care Vanitosine,
grazie alla segnalazione fatta da una ragazza oggi si è parlato di un componente cancerogeno che, purtroppo, anche un brand come Kiko ammette di utilizzare: FORMALDEIDE.

Per coloro che non lo sanno questa è una sostanza cancerogena spesso e volentieri utilizzata nella composizione degli smalti insieme ad altre sostanze poco raccomandabili come: Toluene, DPB, Canfora ecc..

Da quando è riportato sul sito della Kiko www.kikocosmetics.com la sostanza incriminata pare sia "solo" nella categoria degli smalti curativi, per completezza di informazioni Vi riporto fonte e quanto scrivono sul sito:

"Ho notato che i curativi unghie Extra Strong & Hard ed Extra Care Long & Shiny contengono Formaldeide. L'utilizzo di questi prodotti e' rischioso per la salute?

La Formaldeide è un componente perfettamente accettato dalla Comunità Europea come indurente immediato degli strati superficiali dell'unghia, a patto di essere utilizzato in percentuale uguale o inferiore al 5% calcolato in aldeide formica (riferimento a Direttiva 2007/17/CE).
I nostri prodotti Extra Strong & Hard ed Extra Care Long & Shiny rientrano perfettamente all'interno di questa fascia ed il loro utilizzo è pertanto assolutamente sicuro, se supportato da una corretta applicazione sull'unghia, evitando attentamente le cuticole e proteggendo la pelle con una sostanza grassa. Nel caso si preferisca utilizzare un prodotto privo di Formaldeide, consigliamo di orientarsi verso il nostro White Strong & Shiny, che unisce la performance di rafforzamento dell'unghia a quella sbiancante, senza l'utilizzo di Formaldeide."
mentre per tutti gli smalti NAIL LACQUER sembrerebbe che il pericolo sia scampato. Difatti scrivono così:
"Nail Lacquer è formulato senza l'aggiunta di ingredienti aggressivi come Toluene, Canfora, DBP, Formaldeide"
Ora, con molta onestà vorrei sapere quante di Voi erano a conoscenza di questa cosa ed avevano letto che quando si utilizzano gli smalti curativi della Kiko fosse opportuno evitare attentamente il contatto con le cutile e proteggere la pelle con una sostanza grassa ???
Io, mea culpa, mia ignoranza non lo sapevo e, nessuno del personale kiko mi ha mai nemmeno informato al riguardo come, soprattutto dalle mie parti non ho visto informare nessun cliente al riguardo. Perchè è pure vero che io so cosa sia la formaldeide e me ne tengo lontana ma, tutte le persone che non sanno cosa sia e che ritengono sicuro un prodotto solo per il semplice motivo che viene venduto e sia "made in italy" , come la mettiamo?
Io nel dubbio, come Vi mostrerò di seguito, ho scritto direttamente alla Kiko chiedendo se effettivamente negli altri smalti fosse presente o meno questa sostanza e di sapere come mai gli smalti comuni colorati, glitterati, metallizzati sono sprovvisti di etichetta con lista ingredienti?
clicca per ingrandire l' immagine
Sarà mia cura aggiornarVi tempestivamente appena mi verrà data risposta.
Un bacione a tutte per il momento a prestissimo!


NB. Ne ho parlato anche sul mio canale youtube ecco il video...buona visione a tutti!

22 commenti:

  1. Cara ho appena preso in mano qualche smalto della Kiko, dietro hanno un'etichetta con una freccina disegnata, lì li puoi sollevare e compare l'inci! A quanto leggo non mi sembra sia presente la Formaldeide, ma è anche vero che ne ho controllato solo uno :) dimmi tu se sbaglio, comunque facci sapere assolutamente, la Formaldeide è veramente pericolosa, certe cose è meglio non prenderle sottogamba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @svampi
      ciao cara ma sai che ho sottomano proprio l' ultimo smalto comprato dalla kiko e dietro lo smalto è proprio privo da ogni etichetta ?? mi sa che adesso andrò a controllarli attentamente tutti !!

      Elimina
  2. wow che bel post :) complimenti!Io non ho mai comprato una base indurente kiko e nemmeno vado matta per i loro smalti,per intenderci ne ho qualcuno (uno su proprio ora XD) ma non sono i miei smalti preferiti!Per questa storia di kiko c'è da dire che loro nello store online non pubblicano gli inci dei prodotti e ti dicono che tanto c'è sullo scatolino l'inci. Ma scherziamo?se una persona acquista online dovrebbe leggere l'inci dopo aver pagato il prodotto ed averlo ricevuto?Questo lo reputo poco serio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @gramigna
      ciao ti ringrazio ^_^
      concordo una persona prima di acquistare deve ricevere tutte le informazioni del caso e non dopo... inoltre, ripeto come la mettiamo con le persone che danno per scontato che un prodotto made in italy sia di buona qualità e magari non sa nemmeno cosa significhi inci? io conosco persone che non comprano smalti dai cinesi per fare un esempio perché è risaputo contengano schifezze e poi magari comprano da kiko ignari che anche lì ci siano presenti prodotti non perfettamente salutari....

      Elimina
  3. Grazie della segnalazione...spero che in quelli normali non sia presente ma ora mi terrò lontana da quelli curativi...Meno male che non l ho preso!!! Un bacioneee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Fiorellina84
      ciao bella,
      figurati... è quello che mi auguro anch' io dato che sono stracolma dei loro smalti e mi dispiacerebbe cestinarli tutti (e aver sprecato anche tanti soldini). Spero di ricevere prestissimo un loro riscontro confortante ;-)

      un bacione tesoro ciao ^_^

      Elimina
  4. guarda io a dire la verità lo sapevo e da un pò di tempo non acquisto più smalti kiko,anche se bisogna dare un'occhiata anche alle altre case cosmetiche :aggiorniamoci:)

    RispondiElimina
  5. hai ragione, bisogna anche scovare altro... io, mea culpa non lo sapevo, ad oggi sono ancora in attesa di ricevere due righe di risposta dalla Kiko...vediamo un po'...

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    complimenti per il blog, moolto carino. Sapevo che la formaldeide è utilizzata come indurente da almeno vent'anni: da ragazzina avevo acquistato per le mie unghie di pasta frolla il "Durcy Pastel" non mi ricordo di che marca ed aveva scritto in grosso l'indicazione "contiene formaldeide, applicare in locale arieggiato". L'odore della formaldeide è abbastanza caratteristico. Crescendo ho studuat chimica e ho imparato che la formaldeide in realtà ci circonda: viene rilasciata da alcuni materiali usati per fabbricare mobili anche per anni, è utilizzata anche nei concimi; ce n'è tanta intorno a noi che in laboratorio, se la si vuole cercare accuratamente, bisogna seguire una particolare procedura per pulire gli strumenti di analisi, altrimenti si rilevano dei falsi positivi dovuti all'inquinamento ambientale. In conclusione, trovo giusto che chi acquista sia informato o si preoccupi di informarsi, ma non mi sembra il caso di demonizzare le case cosmetiche che utilizzano un ingrediente autorizzato, peraltro dichiarandolo....piuttosto, avete mai visto la scritta "contiene formaldeide, utilizzare in un locale arieggiato" su una bella cucina colorata in vendita in un mobilificio? E' sempre la nostra salute ad essere in ballo...

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    complimenti per il blog, moolto carino. Sapevo che la formaldeide è utilizzata come indurente da almeno vent'anni: da ragazzina avevo acquistato per le mie unghie di pasta frolla il "Durcy Pastel" non mi ricordo di che marca ed aveva scritto in grosso l'indicazione "contiene formaldeide, applicare in locale arieggiato". L'odore della formaldeide è abbastanza caratteristico. Crescendo ho studuat chimica e ho imparato che la formaldeide in realtà ci circonda: viene rilasciata da alcuni materiali usati per fabbricare mobili anche per anni, è utilizzata anche nei concimi; ce n'è tanta intorno a noi che in laboratorio, se la si vuole cercare accuratamente, bisogna seguire una particolare procedura per pulire gli strumenti di analisi, altrimenti si rilevano dei falsi positivi dovuti all'inquinamento ambientale. In conclusione, trovo giusto che chi acquista sia informato o si preoccupi di informarsi, ma non mi sembra il caso di demonizzare le case cosmetiche che utilizzano un ingrediente autorizzato, peraltro dichiarandolo....piuttosto, avete mai visto la scritta "contiene formaldeide, utilizzare in un locale arieggiato" su una bella cucina colorata in vendita in un mobilificio? E' sempre la nostra salute ad essere in ballo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena,
      il tuo discorso non fa una piega. Il mio non è un post per "demonizzare" anzi, la funzione è informare tanto è vero che sicuramente non è per questo mio scritto che kiko abbia registrato un calo nelle vendite degli smalti curativi...Però se mi consenti non è corretto che si apprenda solo da internet che l' indurente utilizzato contenga una sostanza cancerogena, io, in qualità di acquirente gradirei perlomeno esser informata prima non porto con me l' intero biodizionario per consultare l' inci di uno smalto, perlomeno, nel caso di formaldeide un briciolo di informazione tempestiva la gradirei e non dopo aver effettuato l' acquisto. Ah, aggiungo che sono mesi che attendo due righe di risposta ma non ho ricevuto nemmeno questo. Anche questa una mancanza di attenzione poco edificante ma, ovviamente è la mia personale opinione. Grazie mille per avermi detto cosa pensi.

      Elimina
    2. La formaldeide è contenuta anche nello smalto indurente curativo della Mavala in vendita in farmacia..quindi..riflettete un po' voi..
      Ciao Stef.

      Elimina
  8. ciao,scusami,ma ogni smalto che contiene la formaldeide è nocivo da applicare sulle unghie oppure è nocivo se viene a contatto con la pelle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti riporto un estratto che spero possa esserti utile a capire per cosa intendo "nociva" per l' uomo..L'ho prelevato dal sito www.tantasalute.it ecco cosa dice al riguardo:
      "La formaldeide viene utilizzata nell’industria chimica per mettere a punto differenti composti organici e soprattutto per produrre le resine sintetiche. Ecco perché è possibile rintracciarla anche nei mobili, in quanto la sua presenza è frequente nei materiali da costruzione, come i compensati e i truciolati, nella moquette e nei tendaggi, nei rivestimenti e nei materiali per pulire gli ambienti.
      L’esposizione prolungata può determinare irritazione oculare, delle mucose orali e della pelle. Altri sintomi che possono insorgere sono costituiti dal mal di testa, dalla stanchezza, dalla tosse e dai disturbi dell’attenzione. Oltre una certa soglia può causare asma bronchiale, polmoniti, edema polmonare.
      Esiste anche un’allergia alla formaldeide, che si può manifestare sotto forma di dermatite da contatto, con prurito, rossore ed eczemi." ti consiglio di leggere tutto l'articolo, ecco l' indirizzo: http://www.tantasalute.it/articolo/formaldeide-cos-e-dove-si-trova-e-come-difendersi-dagli-effetti-nocivi/41795/ perché lo trovo chiaro e diretto, Ciao ^_^

      Elimina
  9. capito solo ora su questo post.. ora sul sito della Kiko scrivono anche sugli smalti curativi che non contengono formaldeide toulene eccc... hanno cambiato formulazione dall'anno scorso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì probabilmente dopo il tam tam fatto su internet hanno pensato bene di eliminare un po' di schifezzine..questo la dice lunga sul fatto che prima usassero seppur con una bassa percentuale quelle sostanze...

      Elimina
    2. Ma una risposta da kiko siè più avuta?Oddio io sono poena dei loro smalti :-(

      Elimina
    3. Tranquilla la quantità contenuta negli indurenti è la massima passata dalla UE!!non allarmarti cosi la formaldeide è anche nei.prodotti curativi per unghie della mavala famosissima marca venduta in farmacia

      Elimina
  10. scusate ma due righe di risposta da KIKO si sono più avute?io sono piena dei loro smalti, li uso costantemente :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica,
      nessuna risposta. Gli ingredienti "incriminati" erano contenuti solo negli smalti curativi ci tengo a precisare e, da quello che mi hanno riferito adesso diverse ragazze pare che i nuovi smalti curativi messi in vendita non li contengono proprio, quindi, si vede che le segnalazioni sono andate a buon fine! Controlla l' etichetta dei tuoi smalti per ogni eventualità.. ciao spero di leggerti presto!

      Elimina
  11. Ciao il post è vecchio, non so se mi risponderai, però volevo sapere se sapevi che la Kiko è di origine cinse.
    Sul formaldeide lo sapevo ma era solo per certi tipi di smalti kiko tipo gli indurenti o i top coat. Pere esempio lo smalto shine 2 in 1 non ha il formaldeide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      perdona il ritardo ma ho appena ripreso il blog dopo un anno quasi...no, non sapevo fossero cinesi

      Elimina

ATTENZIONE: ho notato che molti commenti sono pretesti per pubblicare i propri link e fare Spam. Mi spiace che la mia disponibilità sia stata raggirata e per tanto ho deciso che i commenti pubblicati saranno solo inerenti al post e privi di pubblicità. Sono sempre passata da ogni blog segnalato e non meritavo un simile trattamento.
Detto questo dimmi cosa ne pensi relativamente a questo post, la tua opinione per me è importante ^_^

Le vanità più lette